Motto


"Chi scende, non sale; chi sale, non zucchero; chi scende, zucchero".



Vi ricordiamo che potete scaricare Stella Moda e l'Imeneo da questo post!!!

martedì 15 gennaio 2013

Promemoria per Marione nostro (la par condicio, sai....).

Mario, non credere che io e il mio blog non ti pensiamo, solo che Silvio è mille volte più divertente di te. Dopo la patetica sortita contro la 'statura accademica' di Brunetta, roba che nemmeno i comici alla festa del patrono di Folgaria, hai cominciato a mentalizzare che una campagna elettorale seria, posto pure che tu in lista non ci vai, non può giocarsi su battutine, calembours e colpi di fioretto. Bravo. Adesso hai calato gli assi pure tu. 'Quei tizi che mi davano il voto fino a 2 mesi fa? Gentaglia...'. 'Berlusconi? Pifferaio magico'. Et similia. Bravo. Adesso la fossa è scavata del tutto. Perché vedi, Marione mio adorato, tu, il cui Ministro della Pubblica Istruzione ha tentato dalla sera alla mattina di creare altri 60.000 docenti precari per l'anno prossimo, sei stato un capo di governo forzatamente super partes, poiché la composita maggioranza che ti reggeva ti obbligava ad incassare voti e zitto.
Così ti vogliamo, devi cantargliele!

Poi, salito nell'agone politico, ti sei tolto tutti i sassolini dalla scarpuccia e hai svelato le magagne del PD, che ti ha azzoppato un pezzo di riforme, e del PDL, che ti ha azzoppato l'altro. Vabbe', ti lamenti pure? Siamo alla fase 'volino gli stracci'? A che pro? Era ovvio che ti reggevi su un compromesso emergenziale e solo per questo non bollabile come assurdo, ma adesso salta fuori che hai dovuto fare da mediatore tra suocera e nuora? Ma giura?
No, Mario, versare a posteriori liquami sui tuoi ex sostenitori non giova. Sappiamo bene perché ad un certo punto sei comparso tu. Grazie. Guarda avanti. Non cercare di accalappiare voti infamando gli ex compagni di viaggio: lo capiamo da soli che, se alla fine c'è voluto il governo tecnico, questi qui erano troppo idioti per cavarsi d'impiccio con le proprie forze. La tua sola presenza degli ultimi 14 mesi vale come spot anti- PD e anti- PDL. Non aggiungere altro, impara la sottile arte della sottrazione, quella per cui il non detto è spesso più fragoroso di quel che si dice.
Lancia quell'onda energetica, lanciala!!!!

Parla di programmi, chè di quelli c'è sete. Mi consenti una metafora scolastica pure per te? Quando sparli del PD e sopratutto, fatalmente, di Silviuccio, sai che impressione mi dai? Quella di un professore super serio durante tutto l'anno che, a un cena con la classe a giugno, si mette ad infamare colleghi e alunni assenti, intendendosela coi presenti in modo ridicolmente cameratesco, senza rendersi conto di aver buttato alle ortiche il proprio prestigio. Ecco, tutta questa polvere sotto il tappeto che tu ora tiri fuori contro gli altri due schieramenti mi pare proprio rappellare questa situazione: da serio garante di terzietà a battutista pruriginoso. Non cadere nel tranello, non cercare la sottigliezza o la rispostina da Chichibìo e la gru. Dicci cosa diavolo vuoi fare da marzo in poi. Non perdere un minuto nei giochini di stoppata dialettica cui questa per fortuna morente legislatura ci ha abituato fin troppo. Facci tornare alle cose. Non è questo il tempo di quelle versioni di latino da ginnasio intitolate: "Acuta replica del giovane Scipione a Pincopallus". Vogliamo ciccia. Rem tene, verba sequentur (boato dal pubblico).
Guarda lontano e colà conducici!

Nessun commento:

Posta un commento